Press "Enter" to skip to content

La settimana calcistica di fuoco con Liverpool campione dopo 30 anni

Benvenuti in questa nuova sezione calcistica. Dopo i mesi di stop per via della pandemia anche il calcio è riuscito a ripartire, e anche con molta verve.
Lunedì, Martedì, Mercoledì e Giovedì sono stati giorni infuocati, in cui sono andate in scena la 27^ giornata di Serie A e la 31^ di Liga e Premier League.

Ma andiamo con ordine.

Serie A

In Italia abbiamo assistito all’allungo della Juventus sulla Lazio, a causa della vittoria dei Bianconeri a Bologna e della sconfitta di Bergamo dei biancocelesti.

La squadra di Sarri, vogliosa di riscattarsi dopo la sconfitta in finale di Coppa Italia, stavolta non sbaglia l’approccio alla gara e archivia già nel primo tempo, grazie alle reti di Ronaldo e Dybala, una sfida complicata contro un Bologna ostico e mai domo.

Dall’altra parte la Lazio, complici anche le numerose assenze, viene sconfitta da una maestosa Atalanta. I ragazzi di Inzaghi partono meglio, portandosi addirittura in vantaggio di due reti dopo 10 minuti. I bergamaschi però, grazie ad una condizione fisica smagliante ed un’intensità fuori dal normale, col passare dei minuti diventano sempre più padroni del campo, conquistando meritatamente una vittoria tanto spettacolare quanto importante.

Vittoria importante perché permette alla Dea di racimolare due punti all’Inter in chiave terzo posto, che ora dista 4 lunghezze. I ragazzi di Conte vengono fermati in casa dal sempre divertente e imprevedibile Sassuolo, che si conferma ancora una volta bestia nera dell’Inter, in una partita rocambolesca che termina 3-3 e che mette praticamente fine alle ambizioni scudetto dei nerazzurri.

Il Napoli di Gattuso non risente né della fatica, né dei festeggiamenti della finale di Coppa e ottiene una vittoria importantissima sul difficilissimo campo dell’Hellas grazie alle reti di Milik e Lozano.

Vittorie esterne per 4-1 del Milan a Lecce e del Parma a Genova, con la squadra salentina e quella di Preziosi che non riescono a fare punti in chiave salvezza.

Punti che non arrivano neppure per la Spal, sconfitta in casa per 1-0 dal Cagliari con gol allo scadere di Simeone, che regala a Zenga la prima vittoria sulla panchina dei Sardi.

La Fiorentina intoppa contro il Brescia, pareggiando per 1-1 un match che tutto sommato avrebbe meritato di vincere, soprattutto per quanto espresso nel secondo tempo. Il Brescia, ultimissimo, non può accontentarsi di un solo punto, considerando il distacco dalla quartultima ed il sempre meno tempo a disposizione.

Anche per Moreno Longo arriva la prima vittoria sulla panchina del Torino contro l’Udinese, grazie al gol del gallo Belotti, che permette ai Granata di allontanarsi dalla zona calda.

Festeggia invece la sponda giallorossa della capitale: contro la Sampdoria dell’ex Claudio Ranieri la Roma vince in rimonta per 2-1, grazie alla doppietta di Dzeko.

Liga

Passando alla Liga, continua il duello al vertice tra Barcellona e Real Madrid, appaiate a quota 68 punti. I Blancos vincono 2-0 contro il Maiorca, grazie ai gol di Vinicius Jr e di Sergio Ramos, che stupisce ancora, segnando addirittura da calcio di punizione e siglando il terzo gol in quattro partite; numeri impensabili per un difensore. Da segnalare il debutto del talentuoso Luka Romero, che con i suoi 15 anni e 218 giorni, diventa il più giovane esordiente nella storia della Liga.

Luka Romero, 15 anni e giocatore del Mallorca

Il Barcellona vince di misura in casa contro l’ostico Athletic Bilbao grazie al gol di Ivan Rakitic, che permette ai Blaugrana di non perdere punti in chiave scudetto. Continua così la lotta infuocata tra queste le due squadre, che stanno dando vita ad una Liga avvincente ed equilibrata.

Lunedì di pareggi, con Villareal – Siviglia e Leganes – Granada finite rispettivamente 2-2 e 0-0. Per il “Sottomarino Giallo” in rete Alcacer e Torres, per il Siviglia Escudero ed El Haddadi.

Atletico Madrid corsaro sul campo del Levante! Gli uomini del Cholo ottengono la solita vittoria di misura grazie all’autorete di Gonzalez e scavalcano in classifica il Siviglia, portandosi in terza posizione.

Termina in pareggio con il risultato di 1-1 Valladolid e Getafe: possono dirsi soddisfatti i padroni dicasa, senza più niente da chiedere al campionato e uin una posizione tutto sommato tranquilla. Per quanto riguarda il Getafe, ormai affetto da “pareggite”, un’altra mezza occasione persa per migliorare ancor di più una posizione di classifica comunque insperata ad inizio stagione.

Vittoria esterna dell’Alaves sul campo dell’Osasuna; tre punti importanti con i quali gli ospiti si proiettano all’undicesima posizione.

Real Sociedad e Celta Vigo confermano i loro opposti periodi di forma, con gli ospiti che, grazie alla rete siglata nel recupero dal loro uomo simbolo Iago Aspas, ottengono la seconda vittoria consecutiva, allontanandosi ulteriormente dalla zona retrocessione. Per la Real Sociedad, perdente nelle ultime 3 partite, è piena crisi.

Chiudono la giornata Eibar – Valencia e Betis – Espanyol, entrambe finite con la vittoria per uno a zero dei padroni di casa. Il Valencia, troppo poco incisivo in chiave offensiva per tutti i 90 minuti, non approfitta così dell’ennesimo passo falso della Real Sociedad e resta ad un punto dalla zona Europa League. L’Eibar rimane quartultimo, portandosi però a 6 lunghezze dal Maiorca.

Il Betis grazie al successo scavalca l’Alaves, portandosi a pari punti del Valladolid.

Premier League

Giornata storica in Premier League: Il Liverpool è incoronato campione! I ragazzi di Jurgen Klopp vincono il titolo, dopo ben 30 anni, grazie alla vittoria per 4-0 contro il Crystal Palace e la contemporanea sconfitta del Manchester City in casa del Chelsea per 2-1.

I Reds, come detto, trionfano in bellezza, con un successo netto, ottenuto in modo agevole grazie alle reti di Arnold, Salah, Fabinho e Mané.

Pareggio a reti bianche tra Leicester e Brighton, con le “Foxes” che pareggiano la seconda partita di fila, rimanendo terzi in classifica ma quasi agganciati dal Chelsea, che dopo il bellissimo successo ottenuto allo Stamford Bridge, si portano ad una sola lunghezza da Vardy e compagni.

Torna alla vittoria il Tottenham di Jose Mourinho: gli “Spurs” vincono per 2-0 contro un West Ham sempre più in crisi, che incassa la terza sconfitta di fila e resta a quota 27 punti, quartultimo ma a parimerito con Bournemouth e Aston Villa.

Il Manchester United batte per 3-0 lo Sheffield United e resta quinto a pari merito con il Wolves. Per i “Red Devils” decisiva la tripletta di Martial.

Carletto Ancellotti ed il suo Everton espugnano il campo del fanalino di coda Norwich grazie alla rete di Moise Keane, che torna a segno dopo un lungo periodo di digiuno.

Newcastle e Aston Villa pareggiano 1-1, con i 2Villans” che non riescono ad approfittare di un avversario senza particolari obbiettivi per scrollarsi dalla zona retrocessione..

Situazione in classifica sempre più precaria anche quella del Watford che, dopo essere stato sconfitto per 1-0 sul campo del Burnley, viene risucchiato nella lotta per non finire in Championship.Dopo le sconfitte contro City e Brighton, torna al successo l’Arsenal sul campo del Southampton, in una partita giocata da entrambe le squadre senza particolari obbiettivi e a basso ritmo. Per i “Gunners” in rete Nketiah e Willock.

Comments are closed.